​contact with wuxu: 

wuxubologna@gmail.com

facebook

Liber Stylus Fabrica

Lo scrittore italiano Mangnelli ha discusso il concetto di "viaggiatore". Qui lo usiamo, pur modificandolo: un viaggiatore notturno della conoscenza, forse non persegue una sorta di pace interiore, forse è insoddisfatto della "felicità" preparata da altri, lui o lei potrebbe essere arrabbiato, potrebbe sentire lo svuotamento del senso e sentire di essere un nomade solitario all'inferno.

 

Il viaggiatore in una notte d’inverno - prendiamo il titolo del libro di Calvino come metafora - nel processo di rincorrere un libro, finirà per incontrare altri libri diversi e meravigliosi. Questo "viaggiatore notturno della conoscenza" si avventurerà in un meraviglioso viaggio nel mondo dei libri al di là del mare, ricucendo la distanza tra le diverse conoscenze, occidentale e orientale.

 

In questo programma editoriale, WUXU si concentra su libri cinesi e italiani nei campi di storia, scienze politiche, letteratura e arte, svolgendo un lavoro di traduzione e pubblicazione nelle diverse due lingue. Il nostro obiettivo è offrire al pubblico interessato libri di elevato valore intellettuale e qualità dei contenuti e costruire una comunicazione più profonda tra i due contesti culturali. La comunicazione stessa è un modo di produzione culturale. In cerca di nuove vie culturali per esprimere la propria stessa modernità, la Cina ha già volto la propria attenzione verso il pensiero occidentale. D’altro canto, le risorse della saggezza orientale hanno buone probabilità di trovare terreno fertile per la propra diffusione in Occidente: uno sguardo verso l’Asia Orientale potrebbe essere prodigo di spunti d’ispirazione intellettuale e artistica, proprio come accadde per lo sguardo di Manganelli verso l’oriente.

 

In questa sezione, oltre al progetto di pubblicazione sopra menzionato, vogliamo includere anche un progetto di "scrittura": in questa sezione promuoviamo attivamente anche l'auto-editoria e la pubblicazione online collegate ai nostri altri progetti, rendendo la scrittura (in senso lato) un vero mezzo per costruire le nostre reti di lavoro, conoscenza e percezione.